Istat

L'Annuario statistico 2016 attraverso le mappe

Data:
Categoria: Pubblica Amministrazione

L'edizione 2016 dell'Annuario Statistico

L'Annuario Statistico, ogni anno, offre un patrimonio di dati statistici del Paese e dunque restituisce una fotografia dell'Italia sotto il profilo sociale, economico e ambientale.

L'edizione 2016, pubblicata il 30 dicembre, affronta molti temi e include una serie di grafici interattivi raccolti in una Story Map.

Il Map journal racconta i dati sulla popolazione residente, sulla quota di stranieri, sul rischio sismico, su titolo di studio e inserimento al lavoro, su giovani e mondo del lavoro, oneri sociali, disponibilità economica e inflazione.

Tra i tanti dati interessanti dell'Annuario ne segnaliamo alcuni: 

Territorio

Diminuisce il numero di Comuni a causa del processo di unione che sta interessando soprattutto il Centro-Nord. Sempre in tema Territorio, l'Annuario include un focus sui comuni colpiti dagli eventi sismici.

Ambiente

Cresce il numero di incendi forestali mentre le preoccupazioni principali delle famiglie riguardano Inquinamento, Traffico e difficoltà di parcheggio.

Popolazione

Diminuisce ancora la popolazione residente, come il numero di nascite. Battuta d'arresto per la speranza di vita, dovuta all'aumento dei decessi.

Popolazione

Diminuisce ancora la popolazione residente, come il numero di nascite. Battuta d'arresto per la speranza di vita, dovuta all'aumento dei decessi.

Si registra una lieve crescita della popolazione straniera, con la presenza maggiore nell'Italia Nord-occidentale. 

Sanità e Salute

Il 70% della popolazione (più uomini che donne) fornisce un giudizio positivo sul proprio stato di salute, mentre è fumatore un giovane su tre.

Criminalità e sicurezza

Cresce la percezione del rischio criminalità; in calo omicidi e rapine ma in aumento i furti.

Cultura e tempo libero

Diminuiscono sia il numero di libri pubblicati sia la tiratura, meno i lettori di libri e quotidiani, mentre aumentano i visitatori di cinema e musei. 

Istruzione e Formazione

Il tasso di scolarità si attesta ormai al cento per cento per la scuola primaria e per la secondaria di primo grado, al 93,1 % per quella di secondo grado. Sempre meno diplomati invece proseguono l'università.

Solo un italiano su quattro pratica attività sportiva nel tempo libero.

Lavoro

Si registra una leggera crescita del numero degli occupati . Il tasso di occupazione è al 56,3%, ancora lontano dalla media UE28 (65,6%).

Famiglie

Una famiglia su due dichiara difficoltà di accesso ai servizi di pubblica utilità (pronto soccorso, forze dell'ordine, uffici comunali e postali).

Il calo la soddisfazione per il trasporto pubblico. La qualità del servizio urbano è giudicata soddisfacente da poco più della metà degli utenti.

Continua ad aumentare la spesa media mensile familiare, mentre sono in leggero calo le famiglie proprietarie di casa. 

Guarda l'Atlante

Scopri di più

 

 

Supporto tecnico

Rivolgiti al nostro Supporto Tecnico

È possibile inviare una richiesta di assistenza accedendo alla pagina del Supporto all’interno del portale My Esri della propria organizzazione.

Vai al form